Home CNA Alimentare CNA dona seimila euro alle Associazioni di volontariato Cuore della Montagna e Fa.Ce.

CNA dona seimila euro alle Associazioni di volontariato Cuore della Montagna e Fa.Ce.

DSCN5139 3 3A Castelnovo Monti la consegna del ricavato della 27° edizione della Festa del Pane artigianale alla Fiera di San Michele

Un bel regalo sotto l'albero per le associazioni dell'appennino reggiano "Il cuore della Montagna" e "Fa.Ce.": due assegni da tremila euro donati da CNA nel corso della cena al ristorante la Baita D'oro a Castelnovo Monti, che ha riunito i fornai della montagna, le aziende sponsor, i volontari e gli imprenditori CNA che hanno dato vita alla 28° edizione della Festa del Pane alla Fiera di San Michele lo scorso settembre.

Un'edizione da record segnata da un boom di presenze allo stand CNA in piazza Gramsci, che per la prima volta quest'anno ha dato la possibilità di consumare i prodotti sul posto nell'area ristoro e ha proposto, oltre alla consueta vendita dei prodotti da forno, altri tipicità gastronomiche del territorio: salumi tipici (strolghino, fiorettino, pancetta canusina), formaggi, aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia, birra artigianale.

"Vogliamo esprimere il più sentito ringraziamento a quanti si sono impegnati in prima persona per la buona riuscita dell'annuale Festa del Pane Artigianale – ha dichiarato il presidente CNA Castelnovo Monti Romeo Ferrari – la forza di questa manifestazione è anche nel sapersi rinnovare, come abbiamo dimostrato con le novità introdotte. Ne faremo tesoro per superarci anche il prossimo anno".

Alla cena erano presenti anche il presidente CNA Reggio Emilia Giorgio Lugli, il neo eletto presidente di CNA Alimentare, nonché fornaio della montagna e volontario delle Festa del pane, Marco Simonazzi e il presidente CNA Area Montagna Roberto Pighini.

"Lo scopo dell'iniziativa – ha aggiunto Roberto Pighini – è valorizzare il territorio attraverso la promozione dell'enogastronomia, a cominciare dal pane artigianale. CNA, insieme alle altre associazioni di categoria, ha lavorato attivamente alla definizione di un testo di legge che potesse valorizzare il lavoro dei panificatori artigiani. Con la nuova legge regionale sulla panificazione che è entrata in vigore il 2 dicembre, vengono individuate in modo puntuale le denominazioni di pane fresco, pane conservato e panificio, garantendo una più corretta informazione verso il consumatore e colmando un vuoto legislativo atteso da tempo".

E la Fiera di San Michele è certamente la giusta vetrina per promuovere e fare apprezzare le eccellenze alimentari proposte direttamente dai produttori ai tanti visitatori che arrivano anche da fuori provincia e che apprezzano il nostro "Street food a km 0".

 
Auto Joomla