Tuesday, May 18, 2021
Emergenza coronavirus: le novità del Decreto Riaperture di maggio valide in zona gialla

Ieri il Consiglio dei Ministri ha diffuso il comunicato sul nuovo Decreto Riaperture. Ecco le novità, per la sola zona gialla:

  • COPRIFUOCO. Da mercoledì 19 maggio si passa alle ore 23 (sempre sino alle 5). Da lunedì 7 giugno 2021 un’altra ora in più (dalle 24 alle 5), mentre dal 21 giugno 2021 sarà completamente abolito; 
  • RISTORANTI E BAR. Dal 1° giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18.00, fino all’orario di chiusura previsto dalle norme sugli spostamenti; 
  • CENTRI E GALLERIE COMMERCIALI, OUTLET. Dal 22 maggio, tutti gli esercizi presenti nei mercati, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali potranno restare aperti anche nei giorni festivi e prefestivi; 
  • PALESTRE. Anticipata al 24 maggio, rispetto al 1° giugno, la riapertura delle palestre; 
  • PISCINE AL CHIUSO E CENTRI BENESSERE. Dal 1° luglio potranno riaprire le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere, nel rispetto delle linee guide e dei protocolli; 
  • IMPIANTI RISALITA. Dal 22 maggio sarà possibile riaprire gli impianti di risalita in montagna, nel rispetto delle linee guida di settore; 
  • SALE GIOCHI E SCOMMESSE. Al via dal 1° luglio a sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; 
  • PARCHI TEMATICI. Si ricomincia dal 15 giugno, anziché dal 1° luglio; 
  • CENTRI CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVI. Tutte le attività saranno di nuovo possibili dal 1° luglio; 
  • MATRIMONI E RICEVEMENTI. Dal 15 giugno saranno possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite uso della “certificazione verde” (cioè per vaccinati, guariti da non più di sei mesi e da chi è negativo al tampone da non oltre 48 ore). Restano sospese le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso; 
  • FORMAZIONE. Dal 1° luglio sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

Altra notizia, questa volta arriva dall’INPS: è stato differito il pagamento della prima rata dei contributi richiesti con l’emissione 2021, dovuti dai soggetti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali previsti per il 17 maggio. La nuova data fissata come termine di pagamento è il 20 agosto 2021.