Monday, April 27, 2020
Nuova ordinanza regionale: dal 27 aprile via libera a cibo da asporto e tolettature

E' uscito il testo della nuova Ordinanza del Presidente della Giunta regionale con le misure in vigore da domani, lunedì 27 aprile 2020.

Aggiungiamo, a completamento dell’informazione, anche l’Agenzia Stampa con cui è stata resa pubblica la nuova normativa.

Nello specifico, la nuova ordinanza prevede:

  • A far data dal 27 aprile 2020 è consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività di cui alla lett. d) del punto 1 dell’Ordinanza n. 61 dell’11 aprile 2020 (a titolo esemplificativo: rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio), con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato-interdetto l’accesso. La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce e nel rispetto delle misure di cui all’Allegato 5 del D.P.C.M. 10 aprile 2010. Allo stesso modo è consentito l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l’ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo. Resta sospesa per tutti gli esercizi del presente punto ogni forma di consumo sul posto di alimenti e bevande;
  • A far data dal 27 aprile 2020 è consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale - toelettatura- ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale.

L’atto prevede anche un intervento straordinario di distribuzione ai cittadini di 4,5 milioni di mascherine di qualità certificata, di cui 500mila in favore delle aziende di trasporto pubblico.

Altre disposizioni riguardano i territori di Rimini, Medicina (Bologna) e Piacenza. Si tratta di informazioni contenuti nei chiarimenti forniti dalla Regione, utili alle nostre aziende che intrattengono relazioni commerciali con attività ubicate in quei territori.

Completiamo l’aggiornamento con due documenti molto importanti: