Tuesday, June 16, 2020
Decreto Rilancio e contributi a fondo perduto per le imprese. CNA ti spiega come ottenerli

L’Agenzia delle Entrate ha emanato la circolare con le indicazioni che rendono operativo uno dei principali provvedimenti di sostegno al sistema economico contenuto nel Decreto Rilancio, che concede contributi a fondo perduto per le imprese che hanno subito un calo di fatturato causa emergenza sanitaria COVID-19.

Il periodo di riferimento per il calcolo della perdita di fatturato è aprile 2020 rispetto al mese di aprile 2019.

Gli esperti CNA sono a sua disposizione per offrirle l'assistenza necessaria a cogliere questa opportunità. Se interessata/o, La invitiamo a scrivere a [email protected] o a telefonare alla filiale CNA a lei più vicina che troverà cliccando qui per avere tutte le risposte che cerca per poter ottenere le risorse che le spettano sulla base del Decreto.

I contributi a fondo perduto, assieme alle altre misure contenute nei Decreti governativi (cessione del credito d’imposta, stop del saldo Irap, tassi agevolati per i prestiti alle imprese), saranno i temi oggetto di approfondimento con gli esperti CNA nel webinar in programma giovedì 25 giugno, dalle 17.30 alle 19.

Da evidenziare che l’Agenzia Regionale per il Lavoro della Regione Emilia-Romagna attiva una procedura finalizzata a erogare, con il Fondo Regionale per l’occupazione delle persone con disabilità, contributi per adeguamento dei posti di lavoro in favore dei lavoratori con riduzione della capacità lavorativa superiore al 50%, incluso:

• l'apprestamento di tecnologie di lavoro a distanza;
• la rimozione delle barriere architettoniche che limitano in qualsiasi modo l'integrazione lavorativa;
• il sostegno dei costi di interventi sui luoghi di lavoro legati all’emergenza Covid-19 in favore della persona con disabilità.

Il servizio Paghe e Legislazione del Lavoro è a disposizione per ogni ulteriore informazione.

E’ ufficiale il via libera in Emilia-Romagna alle attività estive anche per i bambini più piccoli, fino a 3 anni, a partire da lunedì 22 giugno. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato l’ordinanza allegata che consente nuovamente tali attività nel rispetto del Protocollo regionale definito in stretto raccordo con il territorio. Obiettivo: assicurare la ripresa di tali strutture, fondamentali per genitori e famiglie, garantendo la sicurezza dei bambini e del personale. 

In sostanza, potranno operare le strutture già autorizzate nell’ambito dei servizi 0-3 anni in grado di organizzare tali attività - all’interno o in spazi esterni - avvalendosi di educatori e educatrici professionali. Ovviamente rispettando le indicazioni regionali per la sicurezza.

Infine, è online sul sito dell’Agenzia delle Entrate una pagina informativa sul Bonus Vacanze, previsto nel Decreto Rilancio. La misura riguarda tutti i cittadini e nuclei familiari con un reddito ISEE sino a 40mila euro.