Wednesday, April 15, 2020
Emergenza coronavirus. Aggiornamenti di CNA: qualche buona notizia per le imprese

L’aggiornamento odierno parte da una buona notizia, almeno sulla carta. E’ pronto il modulo da presentare, e lo trovate cliccando qui, per accedere alle garanzie statali per i finanziamenti fino a 25 mila euro. Lo ha reso noto il Ministero dello Sviluppo Economico.

CNA ricorda che le garanzie per questa tipologia di prestiti sono al 100% secondo quanto prevede il Decreto Liquidità. Tuttavia i prestiti non sono automatici. La richiesta è sottoposta alla discrezionalità dell’ente finanziatore. Il modulo dovrà essere compilato dalle imprese o dai lavoratori autonomi e inviato per mail (anche non certificata) alla banca o al confidi. Il modulo andrà accompagnato da copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore.

CNA Reggio Emilia è al vostro fianco anche per la presentazione di queste domande finalizzate a darvi una boccata d’ossigeno in questo periodo difficile, attraverso gli esperti di consulenza creditizia di Prefina.

La nostra società offre il servizio di assistenza nella compilazione del modulo, e la consulenza per cogliere tutte le altre opportunità di credito in questa fase. Nello specifico:

• Analisi del Fabbisogno Finanziario;
• Analisi dell’indebitamento complessivo verso il sistema bancario;
• Recupero ed analisi della Centrale Rischi Bankit;
• Confronto con Banche attive sui risultati delle precedenti analisi.

E’ inoltre possibile attivare il servizio di gestione finanza aziendale in outsourcing che prevede: 

• gestione dei flussi finanziari aziendali (banche / situazione clienti – fornitori);
• la gestione strategica aziendale (ciclo monetario / cash flow operativo e finanziario):

Per info e prenotazioni: Prefina Srl – Tel. 0522.356336, marco.lasagni@cnare.it 

Altra buona notizia riguarda i professionisti: dopo un periodo di grande confusione a causa dei ritardi provocati dal sito internet dell’INPS, da oggi sono in pagamento i 600 euro di indennità per artigiani, liberi professionisti, cococo e stagionali. Sul tema inviamo una circolare pervenuta da CNA Professioni con tutte le istruzioni operative anche per chi ancora non ha presentato domanda (i termini sono ancora aperti).

Non ci sono invece buone notizie per il settore Benessere e Sanità, chiuso per Decreto: nonostante gli appelli rivolti a più riprese da CNA, si registra un aumento del fenomeno dell’abuso di professione: troppe persone che lavorano fuori dalle regole mettendo a rischio la salute di tutti. Per questa ragione la nostra Associazione è intervenuta pubblicamente ancora una volta e ha pure scritto al Ministro dell’Interno per chiedere più controlli.

Nel frattempo, la Task Force di CNA nazionale è impegnata in un confronto continuo con il Governo in vista della riapertura che si spera avvenga dal 4 maggio 2020. Oggi CNA interviene per chiarire quali priorità occorre perseguire per arrivare a una riapertura in sicurezza.

A questo proposito, si allega il vademecum relativo a CNA Produzione (comparto manifatturiero) aggiornato con le normative che si sono succedute negli ultimi cinquanta giorni, con divieti e autorizzazioni conseguenti.

Infine, alcune informazioni utili in merito ai rapporti tra aziende, SIAE e SCF:
• In in considerazione dell’emergenza sanitaria in corso, SCF ha disposto per tutto il territorio nazionale un ulteriore slittamento al 31 maggio 2020 del termine di pagamento previsto dalla campagna associativa per gli esercizi commerciali già precedentemente prorogata al 17 aprile.
• Il Consiglio di Gestione SIAE ha deliberato alcune proroghe. Nello specifico: 

  1. Pubblica esecuzione e Rappresentazione
    Per gli eventi organizzati nel periodo dal 01 febbraio 2020 è stata prorogata fino al 31 maggio 2020 la moratoria delle penali per ritardato pagamento. Per i pagamenti assistiti da forme di garanzia collettiva concesse da associazioni di categoria che hanno sottoscritto accordi con SIAE, le tempistiche saranno adeguate alla rimodulazione di cui sopra;
  2. Musica d’ambiente
    Ulteriore slittamento del termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali per musica d’ambiente alla data del 31 maggio 2020, data entro la quale si potrà beneficiare delle riduzioni associative. Si ricorda che la scadenza originaria per i rinnovi era il 28 febbraio, successivamente spostata al 20 marzo e poi nuovamente al 17 aprile;
  3. Emittenza locale (Radio-Tv)
    Sospensione dall’applicazione delle penali per ritardato pagamento fino al 31 maggio 2020;
  4. Attività di recupero credito
    Sospensione fino al 31 maggio 2020 dall’invio di avvisi o solleciti per il pagamento degli importi per eventi o periodi di attività pregressi, ivi compreso l’invio delle diffide di pagamento. Inoltre, proroga al 31 maggio 2020 della sospensione delle richieste di pagamento delle rate dei piani di rientro scadute riferite ai mesi di febbraio-marzo-aprile-maggio 2020, con conseguente slittamento del piano di rientro per un periodo corrispondente al numero di rate mensili non pagate.