Wednesday, May 27, 2020
Importanti chiarimenti dal Ministero della Salute sulla sanificazione nel luogo di lavoro

Si è parlato moltissimo in queste settimane di sanificazione, alcune volte anche a sproposito, in relazione all’interpretazione delle prescrizioni inserite nei “Protocolli Condivisi di Regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid 19 negli ambienti di lavoro”.

Come auspicato da CNA, il Ministero della Salute ha finalmente pubblicato un chiarimento attraverso la Circolare 0017644 che conferma molte delle posizioni difese dalla CNA in tema di procedure per la sanificazione di ambienti di lavoro non sanitari.

La Circolare intende dare, alle imprese e alla vigilanza, le indicazioni operative necessarie per la sanificazione/disinfezione, utili al rispetto di quanto previsto dai “Protocolli condivisi” e in coerenza sia con il Rapporto ISS Covid 19, n. 25, che con i Titoli IX e X del D.Lgs. 81/2008.
In particolare, il Ministro per la Salute tratta i seguenti temi:

 indica che i prodotti utilizzati nella disinfezione devono essere quelli autorizzati con azione virucida come PMC o come biocidi;
 fra le misure organizzative indica come fondamentali una pianificazione preventiva che tiene conto del contesto lavorativo e una registrazione delle azioni di pulizia e disinfezione intraprese;
 che la riapertura delle imprese, dopo almeno 7-10 di chiusura, necessita solo di una ordinaria pulizia in quanto il virus Covid 19 non sopravvive in nessuna superficie più a lungo;
 che le procedure di sanificazione riconducibili ad ozono, cloro attivo generati in-situ e il perossido di idrogeno applicato mediante vaporizzazione/aerosolizzazione non sono autorizzate come disinfettanti

Clicca qui per leggere il testo integrale della circolare ministeriale. 

Sulla sanificazione sono pervenute anche le raccomandazioni dell’Istituto Superiore della Sanità, aggiornate a metà maggio. Un vademecum redatto dagli esperti per gli ambienti non sanitari.

In materia di rapporti con Equitalia/Agenzia delle Entrate, è utile leggere la comunicazione  preparata dall’ufficio contenzioso CNA, che resta a disposizione su appuntamento, per valutare le posizioni debitorie delle singole aziende e degli imprenditori. Tel. 0522 35611, signora Giuliana Grassi.