Friday, May 31, 2019
A che punto siamo con lo smart working nelle aziende?

Nel 2018i lavoratori dipendenti che godono di flessibilità e autonomia nella scelta dell’orario e del luogo di lavoro sono 480 mila, in crescita del 20%. Una popolazione che si ritiene più soddisfatta dei lavoratori tradizionali sia per l’organizzazione del lavoro (39% contro il 18%) che nelle relazioni con colleghi e superiori (40% contro il 23%). Sono le prime evidenze emerse dall’ultima ricerca dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano.

Nell’incontro del prossimo 6 giugno(ore 18Capannone 18 del Parco Innovazione di Reggio Emilia), promosso dalle Unioni CNA Impresa Donna e Giovani Imprenditori in collaborazione con Studio Alfa, si parlerà deidiversi aspetti che caratterizzano lo smart working o lavoro agile: legislativo e contrattuale, quello della sicurezza sul lavoro e della responsabilità dell’imprenditore, il tema della privacy e degli strumenti tecnologici necessari per attuarlo, oltre ad avere un confronto diretto con un’azienda che da tempo utilizza lo smart working per i propri dipendenti.

Si cercherà di fornire tutte le informazioni utili per poter valutare con consapevolezza l’introduzione di una modalità di lavoro che, oltre a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (ad esempio per neo mamme, neo papà, studenti lavoratori), può portare anche benefici in termini organizzativi e di razionalizzazione delle risorse economiche aziendali.

A dare il quadro d’insieme, dopo i saluti introduttivi della presidente CNA Impresa Donna Paola Ligabue, saranno Denis Salsi (responsabile area Legislazione del Lavoro CNA), che tratterà gli aspetti normativi e contrattuali; Valerio Lodesani (Responsabile Area Consulenza sulla Sicurezza Studio Alfa) per il tema sicurezza sul lavoro; Stefano Pavani (Responsabile Consulenza Privacy CNA) per le normative sulla privacy.

Per poi passare dalla teoria alla pratica, con Lorenzo Comastri (Coordinatore Area Programmazione CNA – RPI) che presenterà il gestionale Business Cube, uno strumento indispensabile per lavorare dovunque anche da mobile, e con la testimonianza diChiara Adani (HR Generalist in Webranking srl) su come portare lo smart working in azienda e i vantaggi che ne derivano. Le conclusioni saranno a cura di Marcello Mattioli, Presidente CNA Giovani imprenditori.

La partecipazione è gratuita e i posti ancora disponibili. Per info e prenotazioni: chiara.bulgarelli@cnare.it oppure stefano.pavani@cnare.it.