Thursday, October 18, 2018
Look&Solidarietà: 25 anni di cittadinanza attiva
Un ambizioso traguardo per un’esperienza unica nel suo genere.Bibbiano ha celebrato i 25 anni di Look&Solidarietà, la manifestazione nata da un’idea degli imprenditori CNA del Comitato Impresa Sensibile, che ha raccolto fondi dal territorio per il territorio, rifacendo “trucco e parrucco” ai visitatori della Fiera di Bibbiano per un valore totale di ben 110.659 euro.
 
Per ripercorrere le tappe di questo viaggio, i protagonisti di Look & Solidarietà, sponsor e sostenitori, si sono riuniti presso il Cinema Teatro Metropolis, in occasione della presentazione del libro “Look & solidarietà – 1993-2017. 25 anni di cittadinanza attiva”.
 
Siamo orgogliosi di aver accolto e sviluppato il progetto di “Look & Solidarietà”presentato da artigiani, commercianti e professionisti di Bibbiano – ha dichiarato Giorgio Francia, vicepresidente CNA Reggio Emilia ed ex presidente dell’area Val d’Enza - sposando fin da subito la causa solidale di raccolta fondi. Una realtà che è rimasta unica in tutta la provincia reggiana”.
 
Una raccolta di ricordi, interviste e immagini, per fissare e trasmettere i valori di un progetto che tanto ha dato alla comunità della Val d’Enza, realizzata da studenti e docenti dell’indirizzo grafico dell’Istituto Silvio d’Arzo. Una collaborazione che rimarca lo spirito sociale e formativo alla base di Look & Solidarietà. Spirito rimarcato dall’ideatrice dell’iniziativa e coordinatrice del Comitato Impresa Sensibile Marisa Zecchetti: “La peculiarità sta nel fatto che per la prima volta un gruppo di parrucchieri invece di farsi concorrenza ha deciso di collaborare per un fine nobile. Siamo davvero molto soddisfatti del risultato”.
 
Gratitudine, emozione e orgoglio sono le tre parole che meglio racchiudono il senso di questa bella iniziativa – ha sottolineato il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti - 25 anni di impegno, fatica, entusiasmo e amore per la propria comunità. Importante lasciarne traccia in un libro, che trasmetterà alle nuove generazioni il valore della solidarietà come elemento di coesione della nostra comunità”.
 
La serata si è conclusa con lo spettacolo di cabaret dialettale “FNIL BUS CABARET” della compagnia Fnil Bus Theatre.