Thursday, July 26, 2018
Mini-proroga per la fatturazione elettronica di alcune fattispecie di cessione carburante
La circolare 13/E del 03.07.2018 ha disposto una mini-proroga per alcune fattispecie di cessione carburante.

In particolare è stato disposto che devono essere documentate da fattura elettronica dal 1° luglio 2018 tutte le cessioni di benzina e gasolio effettuate tra soggetti passivi d’imposta, destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori per uso autotrazione. Restano escluse dall’obbligo le cessioni effettuate direttamente presso gli impianti stradali di distribuzione poiché prorogate al 1° gennaio 2019.
 
Ne consegue che sono escluse dall’obbligo di fatturazione elettronica (almeno fino al 31.12.2018), le cessioni di benzina e gasolio utilizzati per veicoli diversi da quelli che circolano normalmente su strada (ad esempio le cessioni destinate ad aeromobili ed imbarcazioni).
 
La circolare dell’Agenzia fornisce inoltre importanti precisazioni in merito all’ambito applicativo degli obblighi di fatturazione elettronica già dal 1° luglio 2018 per i subappaltatori e subcontraenti che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti di appaltatori di una Pubblica Amministrazione. In particolare è stato chiarito che non c’è obbligo di fatturazione elettronica quando a monte, vi è un soggetto non qualificabile come Pubblica Amministrazione, ossia soggetti controllati e/o partecipati dalla PA.
 
Inoltre, gli obblighi di fatturazione elettronica trovano applicazione solo nei confronti dei soggetti subappaltatori e subcontraenti per i quali l’appaltatore ha provveduto alle comunicazioni previste dalla legge.
L’Agenzia delle entrate ribadisce che anche qualora la fattura elettronica transiti attraverso il SdI, non sono modificate le norme relative agli obblighi di registrazione delle fatture emesse e ricevute.
 
In merito agli obblighi di conservazione delle fatture elettroniche transitate attraverso il SdI, l’Agenzia delle Entrate conferma che sussiste l’obbligo di conservazione dell’originale informatico (in formato XML).

Allo scopo di agevolare i contribuenti nella conservazione delle fatture emesse e ricevute transitate dal SdI, l’Agenzia ha reso disponibile il servizio gratuito di conservazione attivabile mediante adesione, in modalità on-line, di un apposito accordo di servizio che assolve agli obblighi previsti di conservazione. La conservazione con tale modalità potrà riguardare tutte le fatture elettroniche, comprese quelle emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione, a condizione che siano transitate attraverso il SdI.